Barzellette : Questi Romani....

    

 


Al bordo della strada due passanti vedono sfrecciare in maniera spericolata un motociclista. Uno dice all'altro "Ah! Quello all'anagrafe er nome ce l'ha scritto a matita".


Realmente accaduto a Roma a bordo della Metro A. Una signora  espone il biglietto integrato giornaliero al controllore.
Signora: "Mi scusi, con questo posso viaggiare tutto il giorno?".
Controllore: "Si nun c'hai 'n cazzo da fa'... S".  


Realmente accaduto in via Nomentana. Un signore alquanto anziano   resta immobile con la sua macchina allo scattare del verde e il  ragazzo di dietro con una macchinetta alquanto sportiva abbassa il   finestrino, si sporge e esclama: "A nonno, guarda che pi verde de    cos nun diventa!". 


Sentita sulla Boccea. Un tizio di mezza et a bordo di una 156  
rivolgendosi al vecchietto a bordo di una  vecchia 600 ferma al semaforo:  
"Che aspettamo che se mette 'n moto l'asfarto pe' annassene da 'sto 'ncrocio!?".  
 



In discoteca.
Ragazzo alquanto ubriaco a ragazza alquanto bruttina: "Ah, ma   quanto sei brutta!". La ragazza alquanto indispettita: "Ammazza  quanto sei 'mbriaco!!".
Ragazzo: "S, ma a me domani me passa...".  
 



 
Sentita a Porta Maggiore, Roma. Al semaforo una macchina in prima  fila non parte nonostante sia diventato verde da un po', e uno da  dietro: "A moro, c'avemo solo quei tre colori: 'scito 'r verde,che volemo fa?".  
 


  
In mezzo ar traffico c' 'r tipico romano 'ncazzato che d una  
serie de clacsonate inutili perch nun c' ppo spazio pe'  
fermasse. Dopo la quarta e quinta clacsonata, quello co' 'r
motorino davanti a lui (che ormai era rincojonito dal frastuono)  
je dice: "A capo, er clacson funziona, mo' prova 'mp li fari!?".
 


'Na vrta me stavo a fa' 'n giro pe' strada e su 'na vetrina ce
stava 'n libro 'n cui ce stava scritto: "come vincere la droga". Allora me   so' 'mbucato dentro alla libreria e j'ho chiesto: "Quanta se ne p   vince?".  


Sentita ad un semaforo dell'Eur.  
Sono in moto fermo al semaforo. Mi si affianca una macchina con dentro un "signore" intento ad esplorarsi
approfonditamente le narici con tutte le dita disponibili...  
Arriva un motorino con sopra un tizio dall'apparenza  
insospettabile, giacca, cravatta e valigetta al seguito, che  
affianca anche lui l'auto, guarda la scena con un misto
disgusto stupore e poi dopo aver dato una energica bussata sul vetro   dell'automobile: "Ah, a capoooo!
Abbada che pi s ce stanno l'occhiii!!".  

 
 

torna su