Ordini e richiami ad animali domestici

Al gatto:

               1) Per farlo avvicinare: - Misa, misa! Meslla! Mari!

               2) Per scacciarlo: - Frusta!

 

Al cane:

              1) Per farlo avvicinare: - T!Ttt! T qua! Ciucci!

              2) Per scacciarlo: - Passe! Passe lche! Curralle pquera! Vatta guadagn le pane, che te puzze nquast, senn!

 

Alla pecora o alla capra:

               1) Per farla avvicinare: - Bh (o mh)! Bianch, bh!

               2) Per riportarla sulla giusta rotta: - Asce! Eh, asce!

 

Al mulo, allasino o al cavallo:

               1) Per farlo andare: - Aaah! Arr!

               2) Per farlo fermare: - Iiih! Iscia, che te puzze squertec! oppure

                                                 - Lh, te puzze scapequell!

 

Alla mucca:

                1) Per farla andare: - Ah! Arr! Ah, Cammesci, nch-ch, nch-ch, nch-ch! (

                                                                  schioccar di lingua, lateralmente nel palato)

                2) Per farla arare dirittamente: - Aglie sleche, th!

 

 Alle galline:

                 1) Per farle avvicinare e tranquillizzare: - Pip, pip, pip!

                 2) Per scacciarle: - Sci, sci!

  Alla chioccia per per rassicurarla e compiacerla: - Icca, icca, i! (che vorrebbe dire pi o meno: Brava! Mi complimento con te! Questi pulcini li stai crescendo veramente bene! Ti voglio bene. Ah, quanto ti voglio bene. Vai tranquilla, ch ti proteggo io dai nemici).

            

Al coniglio: - Pucce, pucce, pu!

 

Al tacchino: - Pucchie, pucchie, pu!

Al maiale: 1) Se piccolo: - Nic, nic, n!

                 2) Se grosso: - T, t, t!  

 

    Per questi tre animali (coniglio, tacchino e maiale) vale quanto detto per la chioccia tra parentesi.  

Ordini e richiami ad animali domestici

Al gatto:

               1) Per farlo avvicinare: - Misa, misa! Meslla! Mari!

               2) Per scacciarlo: - Frusta!

 

Al cane:

              1) Per farlo avvicinare: - T!Ttt! T qua! Ciucci!

              2) Per scacciarlo: - Passe! Passe lche! Curralle pquera! Vatta guadagn le pane, che te puzze nquast, senn!

 

Alla pecora o alla capra:

               1) Per farla avvicinare: - Bh (o mh)! Bianch, bh!

               2) Per riportarla sulla giusta rotta: - Asce! Eh, asce!

 

Al mulo, allasino o al cavallo:

               1) Per farlo andare: - Aaah! Arr!

               2) Per farlo fermare: - Iiih! Iscia, che te puzze squertec! oppure

                                                 - Lh, te puzze scapequell!

 

Alla mucca:

                1) Per farla andare: - Ah! Arr! Ah, Cammesci, nch-ch, nch-ch, nch-ch! (

                                                                  schioccar di lingua, lateralmente nel palato)

                2) Per farla arare dirittamente: - Aglie sleche, th!

 

 Alle galline:

                 1) Per farle avvicinare e tranquillizzare: - Pip, pip, pip!

                 2) Per scacciarle: - Sci, sci!

  Alla chioccia per per rassicurarla e compiacerla: - Icca, icca, i! (che vorrebbe dire pi o meno: Brava! Mi complimento con te! Questi pulcini li stai crescendo veramente bene! Ti voglio bene. Ah, quanto ti voglio bene. Vai tranquilla, ch ti proteggo io dai nemici).

            

Al coniglio: - Pucce, pucce, pu!

 

Al tacchino: - Pucchie, pucchie, pu!

Al maiale: 1) Se piccolo: - Nic, nic, n!

                 2) Se grosso: - T, t, t!  

 

    Per questi tre animali (coniglio, tacchino e maiale) vale quanto detto per la chioccia tra parentesi.